GRECIA E ISRAELE IN UN ERA DI AMICIZIA E COOPERAZIONE

dei Balcani e le regioni del Medio Oriente. Il movimento ebreo sionista che è stato creato nel 19 ° secolo da Theodore Herzl aveva caratteristiche molto simili al movimento irredentista greca del "grande idea." Entrambe le nazioni hanno trionfato come diaspora. Entrambi i gruppi etnici sono stati occupati dagli ottomani ma ancora riuscita a influenzare l’economia dell’Impero Ottomano. Entrambi i paesi sono democrazie di tipo occidentale, alleato degli Stati Uniti e si trova all’interno di una regione geostrategica cruciale. 

Dalla formazione dello stato di Israele nel 1948 fino al 1991, gli stabilimenti greci politico e sociale percepita Israele come un antagonista principale nella regione del Mediterraneo orientale. Atene seguita una posizione più filo-arabo che riflette la forte dipendenza Grecia aveva su di petrolio greggio dai paesi arabi. Nel 1970 questi Stati arabi ha imposto un embargo petrolifero contro gli Stati Uniti e l’Europa occidentale al fine di limitare la loro presa di posizione pro-israeliana. 

Relazioni diplomatiche greco-israeliane sono state stagnanti per quasi 45 anni. Pro liberazione della Palestina (OLP), primo ministro socialista Andreas Papandreou visto Israele come una pedina americana che soppresse l’autodeterminazione del popolo palestinese. Sotto il governo Papandreou l’OLP ampiamente agito sul territorio greco.Per esempio, il 7 luglio 1982, un diplomatico giordano è stato assassinato ed un altro gravemente ferito ad Atene. Il famigerato terrorista Abu Nidal e la sua organizzazione brutale trovato un rifugio sicuro. Organizzazione Nidal assassinato Attaché culturale e rappresentante del British Council Kenneth Whitty su una strada ad Atene il 28 marzo 1984. 

Il primo vento di cambiamento significativo è venuto nel 1995, a causa di diversi fattori significativi. In primo luogo, la Grecia ha cercato di aumentare il suo potere diplomatico deterrente nei confronti della Turchia. Un altro era la morte di Papandreou nel giugno 1996. Il miglioramento e l’espansione delle relazioni USA-greco sotto il primo ministro socialista Kostas Simitis ha incoraggiato uno spostamento verso Israele. Sviluppi del processo di pace in Medio Oriente – come israeliani e Olp dialogo – anche assistito riavvicinamento greco con Israele. Nel settembre 1998, l’allora ministro della Difesa israeliano Yitzhak Mordechai ha negato una richiesta dalla Turchia che Israele assistere le forze armate turche in caso di conflitto con la Grecia. Mordechai i commenti che "turco-israeliana cooperazione non è contro qualsiasi altro paese", ha incoraggiato la Grecia per migliorare le sue relazioni economiche con Israele. 

Miglioramento delle relazioni tra la Grecia e Israele, ha determinato un sostanziale aumento del commercio in tutto il 1990. Nel 2004, Israele stava importando 242 milioni dollari vale la pena di prodotti dalla Grecia, con 142 milioni dollari andando nella direzione opposta. Molti israeliani hanno scelto di visitare la Grecia per le vacanze estive. L’allora presidente israeliano Moshe Katzav ha dichiarato Grecia un importante partner economico e un gateway per i Balcani. Il miglioramento dei rapporti anche portato a Israele il riconoscimento della Zona economica esclusiva (ZEE) della Grecia e di Cipro. 

Attualmente, la marina israeliana sta sviluppando piani strategici per proteggere la propria ZEE, sede di due giacimenti di gas di grandi dimensioni. Il campo Leviatano si trova a 80 miglia al largo di Haifa e contiene 16.000 miliardi di metri cubi di gas. L’altro campo – conosciuto come Tamar – si trova a 30 miglia a nord di Leviathan e contiene otto e mezzo di miliardi di metri cubi di gas. Entrambi i campi sono situati vicino al confine della ZEE greco e cipriota. Di conseguenza, l’IDF sta espandendo il 7.000 persone marina, la più piccola delle forze armate del paese. La priorità è andato ad acquistare altri tre sottomarini classe Dolphin dalla Germania. 

Inoltre, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu vuole migliorare le relazioni con la Grecia al fine di controbilanciare l’espansione dell’influenza regionale della Turchia.Sul versante greco del primo ministro socialista George Papandreou si propone di aiutare la mediazione negli accordi di pace tra Israele ei suoi vicini di migliorare la sua immagine come un negoziatore assertiva pace regionale. Inoltre, Papandreou vuole attirare gli investimenti israeliani per compensare Atene ‘gravi problemi economici a partire dal 2010, entrambi primi ministri si sono scambiati le visite di stato per migliorare ulteriormente le relazioni greco-israeliano. Per la leadership israeliana buoni rapporti diplomatici con la Grecia offre una maggiore profondità strategica in materia di giacimenti di gas e di esplorazione ZEE. In qualità di membro dell’Unione europea (UE), la Grecia potrebbe anche contribuire a migliorare Israele le relazioni diplomatiche, economiche e commerciali con il resto d’Europa. Su questioni militari dell’IDF avranno l’opportunità di addestrare le forze armate greche in tattiche di guerra simmetrica e asimmetrica e vari metodi di controspionaggio e di controterrorismo. 

Cooperazione militare con Israele può anche portare a benefici tangibili per l’economia greca e le industrie civili. Con l’adozione di tattiche di difesa israeliane e l’acquisto di materiale, le forze armate greche può anche migliorare il loro status all’interno della NATO. Per esempio, la Grecia avrà la possibilità di acquistare diversi sistemi missilistici e le capacità di sicurezza interna. Inoltre, l’industria della difesa israeliano possibile aggiornare e modernizzare i sistemi di difesa greca invecchiamento. 

Va anche notato che decenni di Grecia diplomaticamente freddo sulle spalle di Israele non ha sconfitto l’affinità culturale tra i greci e israeliani, un fattore chiave che è costantemente sottovalutato nelle discussioni sulle relazioni bilaterali greco-israeliano.Senza dubbio le relazioni diplomatiche greco-israeliani stanno entrando in un nuovo periodo. Fattori interni e internazionali influenzeranno la nuova era di comprensione e di amicizia tra queste due nazioni vecchie e orgoglioso. 

Vassilios Damiras e’ membro del consiglio d’Amminsrazione della Voice of the Copts.