Serie di attentati in varie città almeno 32 morti

Commando armati all’assalto dei posti di blocco e attentatori suicidi in azione in un mercato e vicino a una moschea in Iraq. Almeno 32 persone sono state uccise e altre 100 sono rimaste ferite nella serie di attacchi terroristici che ha insaguinato diverse città irachene.

A Suwayra un ordigno è esploso nei pressi di una moschea sciita. Quando i passanti sono accorsi per soccorrere le vittime, è saltata in aria un’autobomba. Le due deflagrazioni hanno provocato 11 morti e 70 feriti.

A Bagdad delle bombe sono state lanciate contro alcuni posti di blocco: nove persone hanno perso la vita e 24 sono rimaste ferite, quasi tutte appartenenti alle forze di sicurezza.

A Tarmiya, cittadina a nord della capitale, un civile e tre guardie del corpo del sindaco della città sono stati uccisi dall’esplosione di un ordigno. Il sindaco, Mohammed Jassem Al Mashhadani, è stato ferito.

Attentati anche a Falluja, ex bastione della rivolta sunnita, dove sono morte quattro persone, tra le quali due poliziotti. A Iskandariya, a sud di Bagdad, l’esplosione di una bomba è costata la vita a due persone. A Mosul un’autobomba è saltata in aria uccidendo due persone.

Quest’ondata di attentati segue di tre settimane la morte dei due capi di Al Qaeda in Iraq, Abu Omar Al Bagdadi e Abu Ayyub Al Masri, uccisi durante un blitz delle forze irachene e americane.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>