Soldato afgano spara in poligono di tiro

KABUL -  Una recluta dell’esercito afgano ha ucciso due addestratori americani e un commilitone durante un’esercitazione in un poligono di tiro nella zona di Mazar-i-Sharif, nel nord del Paese. Lo riferiscono fonti Nato, precisando che l’assassino è stato poi a sua volta ucciso.

L’episodio è avvenuto nel giorno in cui a Kabul si è svolta la Conferenza internazionale dei donatori 1 in cui il presidente, Hamid Karzai, ha chiesto che il controllo militare e di polizia su tutto l’Afghanistan passi agli afgani entro il 2014. E non è la prima volta: una settimana fa un altro militare afgano "rinnegato" aveva ucciso tre soldati britannici, tre Gurkha, nella provincia meridionale di Helmand, ferendone altri sei prima di riuscire a fuggire.

Quello odierno è il quinto episodio di questo genere dall’ottobre dello scorso anno. Il più grave quello in cui nel dicembre scorso un presunto militare afgano si fece esplodere in una base operativa Usa a Khost, uccidendo otto civili americani 2 dipendenti della Cia. In ottobre, un soldato afgano di guardia a una base congiunta nella provincia di Maidan Wardak uccise due militari americani e in novembre in una base di Helmand un agente di polizia afgano assassinò cinque militari britannici. Lo scorso marzo, infine, un soldato afgano aveva ucciso due soldati statunitensi nel sud del Paese prima di suicidarsi.
Francesco Tortora

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>