Le forze anti-governative si organizzano in vista delle elezioni parlamentari di ottobre

Per le elezioni parlamentari di ottobre in Egitto, i Fratelli Musulmani, forza d’opposizione principale, anche se non legale, tentano di coalizzare le forze anti-governative, tra cui il nuovo movimento lanciato dall’ex presidente dell’Agenzia atomica internazionale Mohamed El Baradei. I Fratelli hanno riunito una trentina di esponenti della minoranza parlamentare per coordinare l’azione delle forze d’opposizione. All’incontro oltre al leader dei Fratelli musulmani, Mohammed Badie, sono intervenuti Hassan Nafaa, coordinatore della National association for change, Osama el Ghazali, del Democratic Front Party e lo stesso El Baradei che con tutta probabilità dovrebbe concorrere per le elezioni presidenziali del prossimo anno. Alla fine dell’incontro è stata comunicata l’intenzione di riunirsi di nuovo il prossimo 4 agosto sotto il motto "partecipare o boicottare insieme" riferito al comportamento da tenere durante le prossime elezioni. El Baradei, premio Nobel per la Pace nel 2005, ha anche sostenuto che "finché partiti dell’opposizione accettano di rappresentare meno di un terzo dei seggi parlamentari, si limitano ad essere decorativi". In sostegno della sua candidatura i Fratelli Musulmani hanno raccolto, secondo quanto sostenuto al termine del meeting, circa 100 mila firme in poco più di due settimane. Il riassetto del fronte di minoranza conterà anche sull’entrata nei social network con il lancio di Ikhwaqbook, una propria versione di Facebook.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>