Attentato contro Ahmadinejad

E’ giallo su un attentato contro Mahmoud Ahmadinejad, con versioni diverse che vanno da una granata che ha fatto ferito giornalisti al semplice lancio di un petardo per festeggiare il presidente. Una bomba, una granata secondo la tv satellitare "al-Arabiya", è stata lanciata contro il convoglio del presidente iraniano nella zona di Hamadan. Ahmadinejad è uscito illeso dall’attacco, ma ci sarebbero alcuni feriti tra i giornalisti. Oltre ad ‘al-Arabiya’ lo riferiscono altre fonti locali, che precisano come lo scoppio sia avvenuto a un centinaio di metri dall’attentatore.

LA PRESIDENZA IRANIANA HA SMENTITO LA NOTIZIA – La presidenza iraniana ha invece smentito la notizia dell’attentato. Secondo quanto rende noto la tv iraniana in lingua araba "al-Alam", ci sarebbe stata effettivamente un’esplosione all’uscita di Ahmadinejad dall’aeroporto locale, ma non sarebbe stata provocata da una bomba, bensì da alcuni fuochi di artificio. In precedenza il sito del quotidiano ‘Khabar’ aveva riportato che la granata lanciata al passaggio del convoglio di Ahmadinejad aveva colpito il minibus dove viaggiavano i giornalisti che lo accompagnavano. Secondo Bloomberg, Ahmadinejad è poi apparso in tv in diretta mentre parlava a Hamadan. Nel suo discorso non ha parlato dell’attacco.

FERMATO UN UOMO, HA LANCIATO UNA BOMBA CARTA - A lanciare la bomba è stato un uomo, subito arrestato e interrogato dagli agenti della polizia iraniana per aver lanciato una bomba carta contro il convoglio del presidente Mahmoud Ahmadinejad, all’uscita dell’aeroporto di Hamadan. Lo ha annunciato una fonte della presidenza iraniana alla tv "al-Alam". «L’uomo ha lanciato una potente bomba carta di quelle che si usano solitamente durante i festeggiamenti ufficiali in Iran – ha spiegato la fonte – ma il suo gesto non è legato a un tentativo di attentato contro la vita del presidente. Infatti non ha provocato feriti. C’è stato solo un attimo di panico per il forte rumore provocato dall’ordigno». Secondo le autorità di Teheran, ci sarebbero i movimenti di opposizione dietro la diffusione della notizia di un attentato terroristico contro Ahmadinejad, ripresa dalla tv ‘al-Arabiyá e dal sito ‘khabaronline.ir’. Il presidente non ha fatto cenno all’attentato durante il comizio pubblico che ha poi tenuto nello stadio di Hamadan, mentre nei giorni scorsi aveva parlato di un piano israeliano per ucciderlo.

FRATTINI: «ATTO GRAVISSIMO» – Il fallito attentato al presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad è «un atto gravissimo» ha detto Franco Frattini esperimendo l’auspicio che «prevalga la moderazione e la calma, si faccia un’analisi ed un accertamento approfondito e non si trattagano conseguenze che potrebbero infiammare non solo l’Iran ma l’intera regione». «È un atto gravissimo, quando si parla di un attentato contro un leader politico, chiunque egli sia – ha detto ancora Frattini – è sempre un fatto grave».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>