Iran, tre uomini impiccati

L’Iran ha giustiziato in pubblico tre uomini condannati per coinvolgimento nell’attentato di giovedì scorso, 28 maggio, alla moschea di Zahedan, nel sudest del paese, che ha fatto 25 morti e 125 feriti. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa ufficiale Irna. Il dipartimento di Giustizia di Zahedan ha fornito i nomi dei tre impiccati in pubblico. Si tratta di Haji Nutizehi, Gholam Rassul Shahuzehi e Zabibollah Narui. I tre, precisa la stessa fonte, erano stati arrestati già prima dell’attentato e sono stati riconosciuti colpevoli di aver fornito l’esplosivo per l’azione terrorista. Per questo sono stati condannati a morte come «nemici di Dio» e «corrotti sulla Terra».

ARRESTATI VENERDI’ - «Tre persone condannate per coinvolgimento nel recente attentato a Zahedan sono state impiccate in pubblico sabato mattina» scrive la Irna, aggiungendo che l’esecuzione ha avuto luogo vicino alla moschea sciita dove l’attentato ha avuto luogo. I condannati erano stati arrestati venerdì. La strage era stata rivendicata sempre venerdì dal gruppo ribelle sunnita Jundallah alla tv panaraba Al Arabiya. L’esponente del gruppo aveva detto che si era trattato di un attentato suicida contro le forze paramilitari Basij (i fedelissimi del regime sciita) riunite nella moschea per coordinare la strategia per le elezioni presidenziali del prossimo 12 giugno. Il vicepresidente della provincia del Sistan-Baluchistan (della quale Zahedan è capoluogo), Jalal Sayah, aveva detto che gli attentatori erano stati reclutati dagli Stati Uniti, accusa subito respinta dagli Usa, che hanno condannato l’attentato. Il Sistan-Baluchistan è una regione poverissima a forte presenza sunnita al confine con Pakistan e Afghanistan, crocevia del contrabbando di droga e armi e teatro di attentati e rapimenti da parte degli indipendentisti sunniti di Jundallah. E dopo le tre impiccate altre due persone sono state arrestate in Iran perché ritenute coinvolte nell’attentato. Lo ha riferito la televisione di Stato, senza fornire ulteriori dettagli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>