candidato vice di Karzai illeso dopo un'imboscata

KABUL - Uno dei candidati alla vice presidenza afgana con Hamid Karzai è sfuggito a un’imboscata nella provincia settentrionale di Kunduz. Mohammad Qasim Fahim, che fu uno dei leader dell’alleanza che nel 2001 contribuì a rovesciare il regime dei Taliban, si stava spostando per un tour elettorale in vista del voto del 20 agosto prossimo quando il suo convoglio è stato attaccato a colpi di mitragliatrice e con razzi. Una delle sue guardie del corpo è rimasta ferita.

La situazione in Afghanistan si fa sempre più drammatica a mano a mano che si avvicinano le elezioni presidenziali. Lo testimoniano anche i sempre più frequenti attacchi contro i militari del contingente italiano, che hanno rinfocolato le polemiche politiche sulla missione.

Oltre all’agguato al convoglio di Mohammad Qasim Fahim, il bollettino della giornata registra la morte di un soldato americano (il quarantesimo militare Usa deceduto nell’ultimo mese) e di uno britannico (la ventesima vittima tra le file delle forze armate di Sua Maestà negli ultimi 30 giorni). Inoltre il ministero della Difesa afgano ha reso noto che nei più recenti combattimenti nell’est del Paese sono stati uccisi 16 Taliban e due effettivi di Kabul.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>