La condizione generale delle donne in Egitto

E’ importante sapere innanzitutto, la percentuale delle donne nel paese, Infatti oggi l’ Egitto conta circa 79 milioni di abitanti di cui le donne sono quasi la metà. 7 milioni di donne sono capofamiglia aventi una media di 3 o 4 figli, famiglie che sopravvivono o gestendo piccoli allevamenti di animali o facendo piccoli lavori di artigianato sottopagato.

Istruzione e lavoro:

- Il 43% della popolazione è analfabeta di cui il 22% sono donne (anche qui quasi la metà).

- Nonostante il fatto che metà degli studenti sia composto dalla compagine femminile, la percentuale delle studentesse che poi effettivamente si inserisce nel mondo del lavoro è molto ridotta, solo il 22,6%, questo vuol dire che ci sono solo circa 12 milioni di donne che lavorano su un totale di 49 milioni dei lavoratori. Questo perché il ruolo della donna, in questo contesto culturale, è considerato prevalentemente finalizzato alla cura del marito e dei propri figli .

Da sottolineare anche che il 29% delle donne lavoratrici sono diplomate, il 43% sono analfabete e il 22% sono in possesso di una laurea.

Zone e settori lavorativi delle donne:

- Il 57% delle donne che lavorano si trovano nelle zone rurali, il 43% si trovano nelle zone urbanistiche .

- Il 39 % delle donne lavoratrici sono contadine,taglialegna, e pescatrici, il 40% lavorano nell’ambito dell’istruzione, il 13% nell’amministrazione ,il 7% lavorano nella sanità e nei lavori sociali.

- Da tutti questi dati possiamo osservare che il settore principale di impiego delle donne è quello dei servizi. Ma nei settori dell’industria, della comunicazione e dei trasporti non superano il 5% del totale dei lavoratori impiegati in tali settori ,e questo avviene perché le donne non hanno né la possibilità, né l’occasione di ricevere una formazione adeguata per svolgere un lavoro di questo tipo, poiché la cultura del paese non lo consente.

- In questi ultimi anni, nonostante il raggiungimento di un piano di equità circa il diritto allo studio, bisogna ancora lavorare molto perché la donna egiziana possa ottenere pieni diritti e libertà di scelta sia nell’ambito professionale che sociale.

Per quando riguarda la partecipazione femminile nella politica, l’Egitto occupa il centotrentacinquesimo posto ( su 139 posizione) nel mondo; questo sottolinea in maniera significativa come l’Egitto sotto questo punto di vista sia molto arretrato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>